I Negozi

Le altre attivita’ commerciali sulla Route 66

 

Anche se spesso senza ambizioni architettoniche, gli edifici commerciali lungo la Route 66 presentano aspetti curiosi ed interessanti dovuti in gran parte allo sforzo dei proprietari per attrarre l’attenzione della clientela di passaggio.

Si tratta di attivita’ commerciali tra le piu’ disparate, vendita di automobili, ricambi, negozi di alimentari e merci varie, souvenir locali e Trading Post.

I negozi cominciarono a sorgere verso la fine degli anni ’20 quando gli imprenditori locali si resero conto delle potenzialita’ commerciali legate alla strada e pensarono di unire l’offerta di servizi a quella di beni agli automobilisti di passaggio, i primi veri e propri turisti. Infatti anche con la ferrovia arrivavano nei luoghi piu’ sperduti persone attirate dalla bellezza dei paesaggi, ma il numero era cosi’ ridotto da non giustificare il sorgere di alcuna attivita’ commerciale specifica.

L’automobile cambio’ rapidamente non solo il paesaggio urbano delle citta’ e dei villaggi lungo la strada ma anche le attivita’ e lo stile di vita degli abitanti.

Una delle caratteristiche comuni sin dal loro sorgere fu la costruzione degli edifici con materiali e stili locali e immense insegne volte a risvegliare la curiosita’ del viaggiatore ed ad attirare i potenziali clienti all’interno del negozio. Spesso le decorazioni interne sono ispirate a motivi indiani e quelle esterne sono rappresentate da ampi murales sullo stesso tema.

Spesso l’architettura richiama lo stile Pueblo Revival ma con infinite varianti ed intepretazioni personali. Il Claremore Auto Dealership a Claremore in Oklahoma e’ una degli esempi piu’ significativi di questa tendenza.

Originariamente l’edificio era costruito di mattoni con intonaco a stucco e decorazioni geometriche nel tentativo di imitare le costruzioni spagnole. Un’altra struttura interessante e’ il Bristow Motor Company sempre in Oklahoma.

Le Trading Post erano molto diffuse nelle praterie del West, oggi solo alcune sono state ristrutturate e mantengono le funzioni e l’aspetto originali come la Santo Domingo Trading Post a Santo Domingo Pueblo in New Mexico. La maggior parte, come la Budwille Trading Company sempre in New Mexico, sopravvive a mala pena con le strutture esterne ampiamente rimaneggiate e numerose mani di intonaco sopra quello originale.

Le strutture, chiamate familiarmente “Turist Trap”, trappole per turisti o “Snake Pits”, bocche da serpente, sono molto piu’ primitive e caratterizzate da pareti a tinte vivaci, a volte palizzate come intorno ai vecchi forti delle giubbe blu, enormi cartelli segnaletici. Questi locali rivestono scarsa importanza stilistica per l’ingenuita’ e l’approssimazione con la quale sono realizzate ma rappresentano comunque un elemento caratteristico e di colore lungo la Route 66 ad ovest del Texas.

Nei pressi di Winslow, Arizona, il Jackrabbit Store, con la sua tipica insegna “Here IT IS”, eccolo, offre un buon esempio della semplice ma funzionale architettura che fu comune ai negozi di souvenir. La costruzione e’ di mattoni e pietra con tetto a terrazza, pompe di benzina sul marciapiede anteriore, motivi indiani dipinti sulle pareti esterne e una enorme insegna. Il coniglio gigante su una sella di fronte al negozio era un tipico stratagemma per attirare i bambini ed i fanatici delle fotografie ricordo.

In altre forme si ritrova la stessa tecnica in tutti i negozi per turisti lungo la Route 66 ed in particolare quelli ad Hollbrook, nei pressi della Foresta Pietrificata, specializzati nella vendita di reperti fossili.

Lo spirito legato a queste attivita’ commerciali sopravvive ancora oggi, in New Mexico ed in Arizona ne esistono ancora numerosi vistosissimi esempi come il Yellowhorse’s Trading Post ed il Fort Courage che continuano ad attirare legioni di visitatori. Gli edifici sono stati in gran parte rifatti o rimodernati ma conservano un fascino indiscutibile nella loro semplicita’ ed ingenuita’.

Il Round Barn ad Arcadia, il Galloway Totem Pole Park a Foyil, il Blue Whale vicino a Catoosa, tutti in Oklahoma insieme alle Meramec Caverns a Stanton in Missouri ed il Coleman Theater a Miami rappresentano alcune della maggiori attrazioni lungo la parte est della Route 66.

Benche’ differenti nello stile e nelle funzioni rappresentano comunque buoni esempi di quello che attendeva il viaggiatore lungo la Route 66 nei suoi anni d’oro e offrono una indispensabile occasione per rendere il viaggio sempre vario ed interessante.

 

 Buon Viaggio sulla Route 66 !

Share

Lascia un commento