I ponti della 66

Molti ponti lungo il percorso originale della Route 66 non sono piu’ utilizzati e chiusi al traffico automobilistico. Questa e’ una delle cause principali dell’abbandono di lunghi tratti della strada.

Come le altre strutture anche i ponti rispecchiano l’evoluzione del gusto e della tecnologia costruttiva lungo tutta la storia della Route 66. Infatti a differenza di quelli moderni, spesso difficilmente distinguibili, i ponti realizzati nei primi anni avevano caratteristiche tali da renderli attraenti e da individuare univocamente il posto nel quale erano stati costruiti.

Uno dei ponti piu’ antichi ed anche uno dei piu’ belli e il Chain of Rocks Bridge che attraversa il Mississipi River a St. Louis , oggi si presenta ancora in buono stato ma chiuso al traffico per motivi di sicurezza . La sua struttura rifletteva il massimo della tecnologia dell’epoca, il ponte e’ ad arcate multiple di acciaio con pavimentazione stradale in legno. In effetti si tratta di due ponti collegati al centro in modo da formare un angolo ottuso e permette di gustare una splendida vista delle rive del fiume e dei boschi che lo circondano.

Un altra struttura significativa e’ il ponte dell’ 11st Street a Tulsa Oklahoma. E’ costruito in cemento ad arcate multiple ed i parapetti, ornati con motivi Deco’, lo rendeno particolarmente attraente ed unico. Venne realizzato con una tecnica molto dispendiosa e con dichiarate finalita’ estetiche difficili da eguagliare anche al giorno d’oggi.

Un altro ponte interessante e’ quello in acciaio che attraversa il Mojave River nei pressi di Oro Grande, California. E’ dotato di portali alti e decorati cosi’ come i parapetti, il che lo rende riconoscibile ed unico in tutta la Route 66 e gli conferisce un aspetto molto attraente. Caso unico all’epoca della sua costruzione e’ la presenza di blocchi di gomma nei punti d’appoggio della sede stradale per ammortizzare le vibrazioni del traffico.

La gran parte dei ponti pero’ sono i cosiddetti Pony Bridge, sono dotati di una o piu’ arcate senza pero’ grosse pretese architettoniche. Il Rainbow Bridge vicino a Baxter Springs, Kansas, e’ l’unico esempio di ponte ad arco realizzato in cemento. Oggi non e’ piu’ transitabile ed e’ istoriato da innumerevoli graffiti che lo rendono ancora vivo e vivace.

Molti dei ponti originali sono ormai chiusi al transito perche’ non in regola con le norme di sicurezza federali in particolare dopo l’avvento del traffico pesante e perche’ sono quasi sempre di largezza inadeguata alle esigenze odierne. Peccato perche’ sembrano ancora in buone condizioni.

Share

Lascia un commento