L’Architettura

GLI STILI ARCHITETTONICI

  • Le caratteristiche degli edifici commerciali lungo la Route 66 sono molto differenziate e rispecchiano stili e tecniche costruttive diverse come si sono andate evolvendo dai primi anni del secolo ad oggi. Gli aspetti architettonici piu’ comuni possono essere fatti risalire all’ Art Deco’ ed al Pueblo Revival mentre la tecnica di costruzione piu’ caratteristica rimane quella denominata Ozark Giraffe.
  • L’Art Deco’ si ritrova comunemente sia negli stili Zigzag che moderno. Lo Zigzag consisteva in decorazioni geometriche in basso rilievo applicati alle pareti esterne delle costruzioni, un tipico esempio il ponte della 11th Street a Tulsa Oklahoma. Questo stile ornamentale era molto popolare all’epoca della Prima Guerra Mondiale sino al 1930 quando venne rimpiazzato da quello denominato “Streamlined”, letteralmente Art Deco’ Aerodinamico.
  • Le decorazioni vennero abbandonate quasi completamente e l’attenzione si sposto’ in particolare sulla forma esterna dell’edificio, spigoli arrotondati e finestre circolari ne erano gli aspetti piu’ evidenti.
  • Tipici esempi si possono trovare al Coral Court di St Louis e allo U-Drop Inn a Shamrock, Texas. Questo stile architettonico era particolarmente adatto per edifici industriali riuscendo a suggerire un senso di velocita’ ed efficienza a strutture di per se’ stesse massicce e pesanti.
  • Questa evoluzione fu largamente influenzata dalla Grande Depressione e quindi dall’esigenza di costruzioni solide ma a costi contenuti. Mentre lo ZigZag richiedeva materiali lavorati artisticamente e abilita’ di posa in opera il Deco’ Moderno era ideale per produzione su larga scala, spigoli arrotondati, finestre disposte in file verticali e circondate da profili prefabbricati di acciaio, tetti a terrazza.
  • Questo permise la costruzione di edifici solidi in tempi brevi, a basso costo e senza dover impiegare mano d’opera specializzata.
  • L’architettura Pueblo Revival nacque invece nel New Mexico all’inizio del secolo e rappresento’ in gran parte la ripresa dello stile degli antichi Pueblo indiani. In generale le costruzioni erano massicce con travi, gocciolatoi e terrazze sovrapposte spesso solcate da canali per il drenaggio dell’acqua piovana. Le caratteristiche costruttive rispecchiavano le particolarita’ climatiche del territorio originario, i muri erano molto spessi per assicurare l’isolamento termico estivo ed invernale ed in grado di garantire la stabilita’ dell’edificio pur costruito con materiali poveri reperiti sul posto.
  • Le terrazze su livelli sovrapposti, elemento peculiare della vita delle comunita’ indiane, vennero arricchite con verande ricoperte di tettoie in legno e collegate con scale che arricchirono notevolmente l’aspetto di questo stile originariamente povero e primitivo.
  • Sino agli anni ’20 le costruzioni in stile Pueblo furono comuni nel New Mexico e nell’Arizona anche per le abitazioni. Il primo esempio di Hotel realizzato in questo stile fu El Ortiz Hotel a Lamy risalente al 1909 e successivamente il famoso La Fonda Hotel a Santa Fe’. Negli anni successivi divenne la caratteristica comune della maggior parte degli edifici commerciali dal Midwest sino alla California, in particolare i Motor Courts ne fecero il loro carattere distintivo e di richiamo. Furono costruiti in serie con finiture di stucco per richiamare l’intonaco color ocra dei pueblo indiani originali e si diffusero in migliaia di esemplari lungo tutta la parte ad ovest del Missouri.
  • In quasi tutte le citta’ vi sono ancora esempi di questo stile in particolare in New Mexico, Arizona, California e Texas. Lo stile si diffuse anche ad est e in particolare nel Casa Grande Motel a St Louis Missouri.
  • L’ Ozark Giraffe e’ una tecnica di costruzione sviluppata dagli indiani nei secoli precedenti e basata su l’impiego di lastre di pietra, malta e ghiaia. E’ una tecnica povera che utilizza largamente materiali presenti nel territorio e si diffuse soprattutto nell’edilizia rurale intorno agli anni ’30. Spesso venne anche impiegata per ristrutturare edifici precedenti e fu molto popolare principalmente in Missouri, Kansas e Oklahoma.
  • Esempi significativi sopravvissuti sino ad oggi sono il Wagon Wheel Motel in Missouri e il Rock Cafe a Stroud, Oklahoma.
  • La maggior parte comunque degli edifici commerciali lungo la Route 66 non si rifecero a stili architettonici definiti ma rispecchiarono piuttosto i gusti semplici e quasi sempre le limitate risorse economiche dei costruttori. Spesso si trovano richiami ai Ranch del West o nel SouthWest alle missioni spagnole come il Paradise Motel a Flagstaff. Ci sono esempi di costruzioni in pietra come il Beale Motel a Kingman ed altri ispirati ai Teepee indiani come il Tee Pee Restaurant a Lupton ed i famosi Wigwan Motel a Hollbrook e Rialto.
  • La maggior parte degli edifici commerciali erano costruiti per rispondere in primo luogo ad esigenze di funzionalita’ ed economicita’ pur presentando spesso aspetti originali e specifici.

Buon Viaggio sulla Route 66 !

DSC_0559_SM_S

Share

Lascia un commento