Consigli ai viaggiatori

 Naturalmente si puo’ percorrere la Route 66 in entrambe le direzioni, ma viaggiare da Est ad Ovest e’ il modo piu’ naturale ed entusiasmante, dal freddo e dalle nebbie dei Grandi Laghi verso il sole della California.
Si parte dal centro di Chicago e si arriva sul molo di Santa Monica, questo e’ il modo giusto di affrontare la Route 66.
Nessuno vieta di percorrerne solo alcuni tratti, ma non e’ la stessa cosa. La Mother Road non e’ fatta di pezzi, e’ una entita’ unica indivisibile.
Ognuno comunque e’ libero di sbagliare come vuole. Imparerete presto che le regole sulla Route 66 sono sempre personali e la trasgressione e’ la norma.

 Non commettete l’errore di correre o di cedere alla tentazione delle Interstate, 2.400 miglia sono tante ma possono diventare 3 giorni di noia o 10 – 15 di gioia e sorprese.
Gustate tutto cio’ che la 66 ha da offrire e all’arrivo vi sembrera’ sempre di aver fatto troppo presto.
Siate Viaggiatori non “turisti mordi e fuggi”, fermatevi spesso e raramente una sosta sara’ stata una perdita di tempo.
 

Leggi tutto “Consigli ai viaggiatori”

Turisti e Viaggiatori

Turista e Viaggiatore, i due termini non sono sinonimi ma nemmeno contrari, si tratta di due modi diversi di concepire e vivere il viaggio. Non sono pero’ due compartimenti stagni, ognuno di noi puo’ essere l’uno o l’altro o anche una delle infinite sfumature che ci stanno in mezzo a seconda dei casi. E nemmeno si puo’ farne una graduatoria di merito, ognuno deve essere se stesso purche’ ne prenda coscienza e non si finga il contrario con il risultato di non divertirsi.
Ma vediamo di approfondire meglio il tema escludendo gli amanti dei villaggi turistici, questi non viaggiano, fanno una vacanza magari bella, rilassante, divertente ma niente a che vedere con il viaggio. Fanno escursioni e poi tornano a casa o poco piu’.

Leggi tutto “Turisti e Viaggiatori”

Programma di viaggio

Nossignori, non siamo una Agenzia travestita, qui non si vende e non si compra niente, cerchiamo solo di aiutarvi nell’organizzare il VOSTRO viaggio sfruttando l’esperienza ormai pluridecennale acquisita lungo la Mother Road.

Lasciamo volentieri che i seri professionisti (qualcuno c’e’ ancora….) si occupino dei problemi burocratici e organizzativi. Sul Web potete anche fare da soli

Travel

Se non volete fare questa fine, preparate il viaggio con criterio e con buon anticipo.

 Ecco un tipico itinerario, ognuno faccia come vuole, per carita’, ma cosi’ funziona !Per completare il percorso da Chicago a Los Angeles cercando di vedere (e capire) quello che si attraversa ci vogliono almeno due settimane facendo anche alcune doverose deviazioni. Se uno ha lo spirito dell’autotrasportatore, con tutta la simpatia per la categoria, puo’ anche metterci 4 giorni ma nessuno lo paghera’ all’arrivo e si sara’ giocato l’amicizia dei compagni di viaggio.

Capito ?

Ecco un itinerario sensato:

Leggi tutto “Programma di viaggio”

Ma quanto mi costi !!!???

ATTENZIONE. Queste quotazioni sono derivate dalla nostra esperienza. Non abbiamo idea del mercato che troveremo alla fine della pandemia.

Con il dollaro che va sulle montagne russe e’ difficile fare quotazioni in  Euro, fate voi la moltiplicazione. 

Dunque vi serve un passaggio aereo (a testa), un’auto (max 4 persone, meglio 2), alloggio (2-3 per stanza), cibo e bevande ( a testa se non siete a dieta), varie ed eventuali (non sottovalutate questa voce !!!!)

Un volo dall’Italia a Chicago con ritorno da Los Angeles costa 700-1500 Euro (andata e ritorno), un po’ di piu’ in Agosto, molto meno tra Ottobre e fine Maggio.

Leggi tutto “Ma quanto mi costi !!!???”

The Bunion Race

Alla fine del 1926 la Route 66 era nata, almeno come denominazione, adesso bisognava farla conoscere ai potenziali viaggiatori.

Non era stata costruita dal nulla bensi’ aveva  praticamente collegato i tratti stradali gia’ esistenti negli otto stati che l’avevano promossa ma almeno per il 40 % non era ancora pavimentata alla fine degli anni ’30. Pero’ la Commissione costituente, fortemente voluta e presieduta da Cyrus Avery un ricco possidente dell’Oklahoma, non poteva ritenersi soddisfatta. La strada c’era, adesso bisognava darle la vita promuovendone l’uso e magnificandone la comodita’ e la bellezza dei luoghi che attraversava.

Con spirito tutto americano venne insediato un Direttore Commerciale, Lon Scott, esperto di marketing in beni di largo consumo, insomma la Route 66 venne concepita e gestita come un “prodotto” da vendere a quanti piu’ acquirenti possibile. Lon si lancio’ in una campagna pubblicitaria su tutti i maggiori giornali con grande disponibilita’ di mezzi  e l’intento di colpire l’immaginazione degli automobilisti che alla fine degli anni ’20 crescevano a ritmi sostenuti e rappresentavano la fetta della popolazione con disponibilita’ di denaro e voglia di spenderlo.

Leggi tutto “The Bunion Race”

L’Assicurazione Sanitaria

Premesso che non voglio scoraggiare nessuno e men che meno “portare sfiga”,  pero’ il viaggiatore con la testa sulle spalle e magari con famiglia al seguito non puo’ fingere di ignorare anche l’eventualita’ di aver bisogno di cure mediche  Si spera che non debba mai far parte della nostra esperienza ma deve essere presa in considerazione  seriamente.

Negli USA noi siamo cittadini stranieri con visto turistico temporaneo e poiche’ il Sistema Sanitario Americano e’ fondamentalmente privato non usufruiamo di alcuna protezione sanitaria europea. In pratica, come tutti gli americani, anche noi in caso di bisogno dobbiamo rivolgerci alla sanita’ privata che sara’ anche ottima ma per nulla a buon mercato, poco male per motivi  banali ma per qualcosa di appena serio le cifre diventano impegnative anche perche’ come stranieri non possiamo usufruire di alcuna convenzione particolare.

Leggi tutto “L’Assicurazione Sanitaria”

Jack Kerouac

“…Quale è la tua strada amico?…la strada del santo, la strada del pazzo, la strada dell’arcobaleno, la strada dell’imbecille, qualsiasi strada. E’ una strada in tutte le direzioni per tutti gli uomini in tutti i modi.”

“…Adesso considera un po’ questi qua davanti. Hanno preoccupazioni, contano i chilometri, pensano a dove devono dormire stanotte, quanti soldi per la benzina, il tempo, come ci arriveranno…e in tutti i casi ci arriveranno lo stesso, capisci. Però hanno bisogno di preoccuparsi e d’ingannare il tempo con necessità fasulle o d’altro genere, le loro anime puramente ansiose e piagnucolose non saranno in pace finché non riusciranno ad agganciarsi a qualche preoccupazione affermata e provata e una volta che l’avranno trovata assumeranno un’espressione facciale che le si adatti e l’accompagni, il che come vedi, è solo infelicità, e per tutto il tempo questa aleggia intorno a loro ed essi lo sanno e anche questo li preoccupa senza fine…”

Jack Kerouac, Sulla Strada

Tasse e mance…

Approfondiamo il tema dei costi, sicuramente non secondario per chi progetta il suo viaggio, ma senza pretese di scrivere un trattato di economia internazionale.

Pochi e semplici concetti per viaggiare informati

LE TASSE SUL CONSUMO

Negli Stati Uniti tutti i tutti i prezzi esposti negli ipermercati, motel, ristoranti e quant’altro sono privi di tasse che vengono puntualmente aggiunte al momento del pagamento alla cassa. Non e’ una furbizia ma una abitudine consolidata nel 99% dei casi e stabilita dalla legge.

Leggi tutto “Tasse e mance…”